Cosa vuol dire essere consiglieri?

Ne abbiamo parlato con il nostro Sindaco Roberto Zoffoli ed il nostro formatore Michele Dotti

 

foto consiglio con Michele-2.jpeg

Quest’anno il Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini di Cervia ha avuto inizio il 12 Ottobre 2012. Al primo incontro, ci è venuto a trovare il Sindaco, Roberto Zoffoli. Ci ha spiegato che, far parte di un consiglio dei bambini, significa avere la possibilità di sperimentare, fin da piccoli, il ruolo del RAPPRESENTANTE, mettendo a disposizione il proprio tempo per gli altri e per il bene comune. Successivamente, il nostro educatore e formatore, Michele Dotti, ci ha ricordato le regole, che il nostro consiglio ha definito negli anni passati, per lavorare bene: rispettarsi, accogliersi, ascoltarsi (tutti possono intervenire ma si parla uno alla volta per alzata di mano ) e aiutarsi. E’ inoltre importante che i consiglieri si occupino del PASSAGGIO DELLE INFORMAZIONI da noi alla scuola, ai compagni di classe e alle proprie famiglie. Il compito principale di noi consiglieri, non è quello di fare una banale “lista della spesa” ossia una lista delle lamentele riguardanti ciò che non va, ma di fare delle FARE PROPOSTE.

 

 

 

Il percorso svolto dal Consiglio nell’anno scolastico 2010/2011

 

Il Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini quest’anno si è parecchio rinnovato. I ragazzi più grandi sono andati alle scuole superiori ed il consiglio si è riempito di volti nuovi.

I primi incontri, come di consueto, sono stati rivolti alla conoscenza, alla riflessione sul senso di partecipazione e alla condivisione di regole.

L’obiettivo, quest’anno, è stato quello di decidere uno o due argomenti da elaborare e realizzare nell’arco di due anni.

 

 

Ora siamo anche sul web!

Ciao a tutti cari amici! Abbiamo aperto una pagina web sul nostro consiglio! Dato che le ultime generazioni si tengono più in contatto con il mondo virtuale, piuttosto che usare metodi antichi, abbiamo creato questo blog, nel quale scriviamo dei nostri incontri più importanti, di ciò che realizziamo e di cosa progettiamo per il futuro. Questa pagina web ci permette, inoltre, di farci conoscere a più persone dato che è visibile a tutti. In questo modo abbiamo la possibilità di leggere ciò che la gente scrive, nella parte dedicata ai commenti e ai consigli che tutti hanno il diritto di fare.
Questo ci permette di rimanere in contatto con il sindaco che ogni tanto, se gli è possibile, può dare una sbirciatina al lavoro che portiamo avanti con molto impegno!

Si ricomincia!

di Michele Dotti

 

Sono ripresi il primo d’ottobre, sempre al Centro Risorse Cervese, i lavori del Consiglio comunale delle Bambine e dei Bambini del Comune di Cervia.


Consiglio_bambini_Cervia.jpgIn “apertura” dei lavori, i ragazzi hanno ricevuto la visita del sindaco Roberto Zoffoli ( nel 2004 nominato dall’Unicef Difensore dell’ Infanzia) e dell’assessore alle Politiche giovanili Marco Zatti che hanno augurato loro buon lavoro.

 

Nell’occasione, il primo cittadino ha ricordato ai consiglieri di aver istituito in  questa sua seconda legislatura la delega “Cervia città dei bambini” – che il sindaco ha mantenuto nelle sue mani  – e che ha lo scopo di valorizzare il rapporto con i cittadini più giovani e di potenziare l’ascolto e il contatto tra le istituzioni e loro. Inoltre sia Zoffoli sia Zatti hanno sottolineato l’importanza del Consiglio per la città, “in quanto – hanno detto – dà a noi adulti la possibilità di sapere direttamente da voi che cosa ci chiedete”.

 

A questo proposito, a titolo di esempio, io che seguo ormai da tre anni il lavoro dei ragazzi, ho voluto ricordare il parco di Montaletto realizzato proprio su idea dei bambini e ho mostrato il cartello che, frutto del lavoro del Consiglio delle Bambine e dei Bambini, l’Amministrazione comunale ha realizzato e che verrà posizionato all’esterno della scuola media, per sensibilizzare i genitori a spegnere le auto quando portano i figli a scuola.  

CartelloAuto.jpgI 30 ragazzi che fanno parte del Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine, di un’età compresa fra la terza elementare la terza media, sono nominati (2 per plesso scolastico) dai loro compagni e si incontrano al Centro Risorse Cervese la mattina, una volta al mese, fino a maggio.


Qui, affiancati da educatori, discutono dei loro problemi  e delle esigenze che sentono in città. Lo scopo del Consiglio dei giovanissimi è quello di promuovere tra i ragazzi percorsi di “cittadinanza attiva”, ovvero costruire ponti di comunicazione tra le esigenze e le proposte delle scuole e il Consiglio Comunale degli adulti poiché i ragazzi si rendano via via consapevoli dei propri diritti, ma anche dei doveri, di futuri cittadini.

Anche quest’anno, i ragazzi si ritroveranno nella Sala del Consiglio Comunale con i loro colleghi adulti, nella seconda metà di novembre, in occasione delle iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale per celebrare l’anniversario dell’approvazione, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, della Convenzione internazionale sui Diritti dell’Infanzia, avvenuta a New York il 20 novembre 1989, e di cui ricorre quest’anno il ventennale.