Siamo nati per camminare!!

Un progetto a cui hanno partecipato tutte le scuole del territorio

siamo nati per camminare.jpg

“Siamo nati per camminare”, è una campagna per sollecitare bambine, bambini ed adulti ad usare di più i piedi, per la salute e per l’ambiente. Promossa dalla Regione Emilia-Romagna insieme ai Comuni e ai centri di educazione allo sviluppo sostenibile. Tra i partecipanti il Comune di Cervia e il CEAS Laboratorio territoriale di Cervia Milano Marittima.

Per abitudine, organizzazione, e motivazioni logistiche, una grandissima parte dei nostri spostamenti avviene in automobile. Si comincia la mattina presto, con il portare i figli a scuola, anche se spesso questa si trova a poche centinaia di metri da casa. Eppure i piedi sono un mezzo di trasporto, a volte anche più rapido, e possono diventare un’abitudine salutare, economica, amica dell’ambiente ma anche del proprio relax pisco-fisico.

Vantando da anni l’attivazione di servizi di Piedibus, il Comune di Cervia, assieme alle scuole del 2° e 3° circolo,  ha aderito alla campagna “Siamo nati per camminare”.

Il progetto è partito tramite una lettera aperta firmata dal Sindaco Roberto Zoffoli e dall’Assessore all’Ambiente e alla pubblica Istruzione Michela Bianchi, in cui si richiama i tanti vantaggi che, in tempi in cui obesità e malattie cardiovascolari colpiscono tanti bambini italiani, il camminare ogni giorno può apportare alla salute: benefici al sistema nervoso, alla pressione, alla frequenza cardiaca, al colesterolo, perfino anche all’umore. Ed ha proposto alle famiglie di camminare di più, a partire dal percorrere la strada da casa a scuola.

Il progetto si concluderà il 31 maggio 2013 in Piazza Garibaldi dove sarà stata installata una mostra di tutte le cartoline realizzate dai bambini con disegni e testi a favore di una mobilità sostenibile.

.

Un cammino verso la partecipazione

disegno con orme.jpg

Quest’anno con l’idea di farci conoscere un po’ di più abbiamo realizzato un video sul nostro modo di lavorare ed abbiamo anche effettuato alcuni incontri “itineranti” in scuole diverse del Comune di Cervia. Come dei veri “vip” siamo stati intervistati ed abbiamo dovuto parlare di fronte ad una telecamera!
 

La nostra scelta!

vince la maggioranza.jpg

Giovedì 2 Maggio 2013 presso il Centro Risorse di Cervia, si è riunito il Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine per votare l’argomento che affronteremo il prossimo anno. All’incontro erano presenti 26 consiglieri. Inizialmente l’educatrice Antonella ci ha fatto ragionare ponendoci diverse domande sulle 3 proposte. Sono scaturite varie riflessioni; qualcuna era più propensa ai bidoni creativi in pineta, altre ai meno compiti per le vacanze e altre ancora al laboratorio di restauro dei libri. Abbiamo poi ricordato che la proposta su cui avremmo dovuto lavorare, doveva riguardare tutta la comunità (non solo noi ragazzi/studenti). In seguito a questo , ad ogni consigliere è stato consegnato un bigliettino su cui scrivere la  propria scelta e, per rendere le cose più divertenti, i biglietti sono stati inseriti in una simpatica urna. Alla presenza di due fidati scrutatori, si è rilevato il seguente risultato :

1° posto, con 15 preferenze, la proposta “BIDONI CREATIVI IN PINETA”

2° posto, con 9 preferenze, la proposta “MENO COMPITI PER LE VACANZE”

3° posto, con 2 preferenze, la proposta “RESTAURO LIBRI”

In conclusione il Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine è concorde nel considerare anche le due proposte meno votate, nel lavoro del prossimo anno, organizzando piccoli gruppi che si rivolgeranno alle singole scuole del territorio mediante lettere.

Non si finisce mai di studiare!

Ogni consigliere dovrebbe essere ben informato sulle questioni che deve trattare

Le 3 proposte più votate sono state: BIDONI CREATIVI IN PINETA, MENO COMPITI PER LE VACANZE, LABORATORIO DI RESTAURO LIBRI. Per essere più informati  sugli argomenti scelti, abbiamo deciso di incontrare degli esperti del settore. Questi incontri di approfondimento non si sono tenuti al Centro Risorse, ma in altre scuole nel comune di Cervia: il primo alla scuola media “Ressi-Gervasi”, il secondo alla Primaria  “Pascoli” e infine il terzo alla Primaria “Mazzini”.


Bidone.jpgBIDONI CREATIVI IN PINETA

Per parlare di questo argomento, il Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini, ha incontrato la signora LUCIE DOMENICONI, presidente della Fondazione Cervia Ambiente.

Abbiamo parlato del “perchè” di questa scelta, alcuni hanno espresso la loro idea e molti hanno detto che sarebbe utile sensibilizzare di più le persone al rispetto dell’ambiente. Lucie ci ha fatto notare che la pineta non è un parco pubblico ma un parco naturale e quindi è importante fare buona informazione.

 

compiti.jpgMENO COMPITI PER LE VACANZE

Abbiamo incontrato la signora GABRIELLA GIORNELLI, pedagogista. Abbiamo cercato di ragionare sul motivo per cui gli insegnanti ci danno molti compiti, così abbiamo capito chei compiti sono come l’allenamento nello sport.

 


libri.jpgLABORATORIO DI RESTAURO LIBRI

Abbiamo incontrato la signora FRANCESCA SCAGLIARINI, operatrice della Biblioteca Comunale “MARIA GOIA” di Cervia. Abbiamo pensato che sarebbe carino restaurare le copertine dei libri rovinati, ma sarebbe più facile far capire alle persone che i libri sono un bene di tutti e non vanno rovinati

La maggioranza vince!

E’ il principio su cui si basa una democrazia per le scelte sui beni comuni

Dopo i primi tre incontri dedicati all’importanza del nostro ruolo e alle regole abbiamo provato ad esprimere le nostre idee per migliorare le nostre scuole, la nostra città … il mondo! Le abbiamo, successivamente, suddivise tra idee che potevano essere realizzate da noi e idee potevano essere solo realizzate da altri e quindi solo segnalate. Infine, abbiamo votato le idee che ci piacevano di più e scelto di approfondire le prime tre. Ecco qui a fianco la tabella con le nostre votazioni.

tabella votazioni.jpg

Parlare in gruppo non è facile!

Palline.jpg

Il 5 dicembre 2012 si è svolto il nostro terzo incontro. Michele Dotti ci ha fatto iniziare con un gioco: dovevamo lanciare una pallina ad un nostro compagno che, a sua volta, la doveva lanciare ad un altro e così via. Ad ogni giro, ognuno doveva pronunciare il nome della persona scelta. Poi, il gioco si è ulteriormente complicato perché nel cerchio sono state introdotte più palline. Giocando, noi ragazzi ci siamo accorti che per far funzionare l’attività, l’importante era concentrare l’attenzione solo su 2 persone: quella da cui si riceveva la pallina e quella a cui la si tirava. Lo scopo del gioco è stato quello di farci capire che, durante le nostre riunioni, l’importante è affrontare un argomento alla volta senza divagare e prestare molta attenzione a ciò che ciascuno di noi dice.

 

 

L’importanza dei sogni!

 

Bambini thailandesi.jpg

Nel secondo incontro, Michele Dotti ci ha fatto vedere un video su alcuni bambini thailandesi.  Hanno costruito un campo da calcio sull’acqua per coronare il loro sogno, anche se le condizioni per farlo non erano adatte (sia per le caratteristiche del territorio che per la mancanza di spazi conformi). Da questo video, abbiamo appreso che per raggiungere uno scopo è importante credere in ciò che si fa e lavorare sodo per raggiungere il proprio obiettivo.

 

 

Cosa vuol dire essere consiglieri?

Ne abbiamo parlato con il nostro Sindaco Roberto Zoffoli ed il nostro formatore Michele Dotti

 

foto consiglio con Michele-2.jpeg

Quest’anno il Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini di Cervia ha avuto inizio il 12 Ottobre 2012. Al primo incontro, ci è venuto a trovare il Sindaco, Roberto Zoffoli. Ci ha spiegato che, far parte di un consiglio dei bambini, significa avere la possibilità di sperimentare, fin da piccoli, il ruolo del RAPPRESENTANTE, mettendo a disposizione il proprio tempo per gli altri e per il bene comune. Successivamente, il nostro educatore e formatore, Michele Dotti, ci ha ricordato le regole, che il nostro consiglio ha definito negli anni passati, per lavorare bene: rispettarsi, accogliersi, ascoltarsi (tutti possono intervenire ma si parla uno alla volta per alzata di mano ) e aiutarsi. E’ inoltre importante che i consiglieri si occupino del PASSAGGIO DELLE INFORMAZIONI da noi alla scuola, ai compagni di classe e alle proprie famiglie. Il compito principale di noi consiglieri, non è quello di fare una banale “lista della spesa” ossia una lista delle lamentele riguardanti ciò che non va, ma di fare delle FARE PROPOSTE.

 

 

 

Libera Terra – Una importante realtà nella lotta contro la mafia


Libera Terra.jpgL’Associazione Libera
è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente, Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera.

 

Libera Terra è il marchio che contraddistingue le produzioni biologiche sulle terre liberate dalla mafie in tutta Italia e curate dalle cooperative sociali che aderiscono al progetto. Gli obiettivi sono stimolare la nascita di un circuito di economia legale, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente, che permetta di restituire valore alle terre sottratte ai mafiosi e di rafforzare il mercato legale del lavoro nelle aree meridionali.(www.liberaterra.it). La cooperativa “Beppe Montana”, nata il 23 giugno 2010, è la prima cooperativa di Libera Terra nata nelle province di Catania e Siracura: è intitolata alla memoria di Beppe Montana, il commissario catanese ucciso da Cosa Nostra a Palermo nel 1985.

Prodotti libera terra.jpg

 

Il Progetto “Concittadini” per la legalità

Concittadini, progetto regionale per promuovere le realtà giovanili che partecipano alla vita  politica e sociale dei propri territori, quest’anno si è occupato di legalità

Concittadini1.jpg

Concittadini è un progetto in cui tutte le varie consulte dei Comuni di Ravenna si riuniscono e scelgono un tema su cui lavorare. Quest’anno è stato scelto come tema “La legalità”. Durante il primo incontro abbiamo parlato del tema associandolo alla vita quotidiana: le regole nello sport, nella famiglia, a scuola … Nel secondo incontro, invece, siamo entrati in un ramo del tema, ovvero abbiamo parlato di mafie. Abbiamo detto che sono organizzazioni a delinquere, quali caratteristiche hanno e che cosa fanno. Il terzo incontro è stato molto importante perché abbiamo fatto una videoconferenza con il presidente della Cooperativa “Beppe Montana”, collegata a Libera. Ci ha spiegato come sono nate e cosa fanno queste associazioni anti-mafia. Secondo me è importante educare i ragazzi fin da piccoli a lottare contro le mafie.

Domenico Bevilacqua

Il tema affrontato è stato la legalità ed abbiamo parlato delle mafie in generale. Io ho scoperto che non tutte le mafie sono chiamate allo stesso modo. Nei primi incontri abbiamo avuto modo di esprimere opinioni e le nostre sensazioni e mi è piaciuta l’unione e la disponibilità che i ragazzi più grandi hanno mostrato nell’aiutare i ragazzi più piccoli. Abbiamo ricevuto informazioni e risposte sulle mafie grazie ad una video-conferenza con il presidente della Cooperativa “Beppe Montana”. Questi incontri ci hanno permesso di esprimere ipotesi e modi per fermare o rallentare la mafia grazie ad azioni quotidiane positive di tutti.

Sabina Votta